Avvisiamo i gentili clienti che, in questi giorni l’Agenzia delle Entrate sta segnalando ai contribuenti, Docenti ed ATA, una possibile anomalia nella dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2017.

Nella comunicazione sono evidenziate delle somme non dichiarate, coincidenti con i compensi liquidati dalle Scuole utilizzando le risorse dei propri bilanci.

Relativamente a questi compensi, le Scuole (Sostituto Secondario) dovevano operare secondo le disposizioni di cui al paragrafo 2.5 delle Istruzioni per la compilazione della CU 2018:

  • trasmettendo all’Agenzia delle Entrate, entro i termini e secondo le modalità stabilite, la CU 2018 Ordinaria barrando il punto 613 (compensi non aventi carattere fisso e continuativo);
  • inviando a NoiPA (Sostituto Principale), entro i termini e secondo le modalità stabilite, la Comunicazione dei dati a SPT (Ex Pre96) per il conguaglio fiscale e previdenziale dell’anno 2017.

Il Sostituto Principale (Latina) ha rilasciato al personale Docente ed ATA – e trasmesso all’Agenzia delle Entrate – la CU 2018, inglobando i compensi comunicati dalla Scuola.

Può essersi verificato che l’Agenzia delle Entrate, verificando le dichiarazioni dei redditi, non abbia individuato il punto 613 barrato nelle CU delle Scuole; sommando i redditi delle due CU 2018, trasmesse rispettivamente da Latina e dalle Scuole, e confrontando l’importo risultante con il reddito dichiarato si è determinata la differenza per la quale chiede dei chiarimenti.

Il Contribuente, rivolgendosi alla locale sede dell’Agenzia, potrà spiegare l’accaduto e chiedere l’annullamento dell’atto.